Categorie
EBIKE E BENESSERE EVENTI TOUR ED ESCURSIONI

Magica Lessinia

Una meravigliosa passeggiata in ebike di circa 35 km, dei quali almeno 30 tutti su sterrato accessibile anche per i meno esperti. Il percorso si snoda lungo la Translessinia, tra i 1490 e i 1790 mt di quota. Il dislivello totale è di circa 540 mt mai di salite ripide o impegnative.
Insomma una giornata diversa e al fresco, seppur completamente al sole.


I Tour Magica Lessinia sono programmati nei seguenti giorni, sempre su prenotazione:
martedì 20 luglio 2021
martedì 27 luglio 2021
martedì 3 agosto 2021
martedì 24 agosto 2021
martedì 31 agosto 2021
martedì 7 settembre 2021
Ritrovo e partenza dal parcheggio di Passo Branchetto alle ore 10,30. Altri dettagli al momento della prenotazione.
Tariffa € 45 a persona, escluso ristori e pasti. Min 2 max 4 persone

La nostra prima sosta al Monte Tomba, dove troviamo 2 rifugi storici, il PRIMANEVE e il MONTE TOMBA.
Salendo per la stradina poche decine di metri, fin sulla vetta, troviamo i resti di quello che era lo skilift TOMBA NORD, dove noi tutti ragazzi adolescenti di Verona abbiamo sciato fino a primavera inoltrata.

Proseguendo ci fermeremo alla Malga PODESTARIA, da tempo immemorabile meta di tutti gli sciatori da fondo che frequentano la Lessinia.

Il Rifugio CASTELBERTO, è una fedele ricostruzione di un ex caserma della prima guerra mondiale; sorge in località Castelberto del comune di Erbezzo a 1765 metri slm; si tratta della punta terminale, verso nord, dell’altopiano dei Monti Lessini, parco naturale regionale, nel quale risulta inserito. Negli immediati dintorni sono ancora presenti resti di antiche trincee risalenti alla Grande Guerra.
Il panorama dal rifugio è stupendo: la vista spazia dalla Val d’Adige e la sottostante Val dei Ronchi, alle vicine cime del Pasubio e del Carega. Tutta la Lessinia è visibile, la Valpolicella e il lago di Garda verso Sirmione. A ovest, la tipica cornice del Monte Baldo, l’Altissimo, le cime meno vicine dell’Adamello, con il Carè Alto e la Presanella. Verso nord, inconfondibili le sagome delle dolomiti del Brenta, Bondone e Paganella.

Proseguendo nel tour verso San Giorgio lasciamo nuovamente Podestaria sulla nostra destra e poco avanti cominciamo ad ammirare il Gruppo del CAREGA in tutta la sua imponenza.

La vista su CASTEL GAIBANA ci avvisa che tra poco raggiungeremo SAN GIORGIO.

Da San Giorgio in meno di 3 chilometri si arriva a MALGA MALERA. Poi si torna a San Giorgio per la stessa strada e dopo un paio di chilometri di asfalto eccoci al punto di partenza.
Scorrendo verso il basso le altre immagini del Tour del 6 luglio.

Per info o prenotazioni cell. 338 6689771 o info@ebikebaldogarda.com

Per info o prenotazioni cell. 338 6689771 o info@ebikebaldogarda.com

Categorie
EBIKE E BENESSERE TOUR ED ESCURSIONI

CAMMINO DEL BARDOLINO

Era il 2017 quando per la prima volta ho avuto in mano il progetto del “CAMMINO DEL BARDOLINO”.

Finalmente 6 Comuni si sono accordati per creare un percorso, che si può fare a piedi o in bici, che valorizzi una delle attività della zona più famosa al mondo: la produzione del vino “BARDOLINO”. In questi anni sono stati posati i Totem con la carta della zona interessata, i QR code e le tabelle di indicazione della direzione da prendere.

Lo stop imposto a moltissime attività dalla pandemia di questo ultimo anno e le chiusure di provincie e regioni hanno rallentato la possibilità di fruire al 100% delle bellezze del nostro territorio.

Noi non ci siamo mai fermati: abbiamo continuato a percorrere sentieri a stradine per potervi accompagnare in massima sicurezza con le nostre ebike alla scoperta della zona.

Sono le nostre zone, che frequentiamo da sempre e che amiamo, rispettiamo e cerchiamo di promuovere.

Alla pagina del sito dei PERCORSI PER TUTTI (clicca qui) trovate i nostri percorsi standard che già da soli coprono gran parte del Cammino del Bardolino e che abbiamo ampiamente collaudato

In particolare oggi vorrei attirare la vostra attenzione sul percorso relativo a Costermano sul Garda.

La traccia originale gpx, peraltro incompleta e comprensiva di tutti i 5 Comuni interessati al progetto, è stata completata e modificata al fine da essere fruibile per le Mountain Bike e nel contempo offrire percorsi con qualche leggera difficoltà così da diventare anche divertente per gli appassionati. Chiaramente sono previste varianti, non riportate nella grafica, che rendono il percorso adatto a tutti.
Sempre non comprese nella grafica, durante il Tour, sono previste altre varianti che vi accompagneranno fino all’estremo nord del Territorio compreso nel Comune di Costermano sul Garda.

In alcuni tratti, solo un paio in verità, si sfora di qualche centinaio di metri dal Territorio di Costermano sul Garda esclusivamente perché alcune stradine sono senza sbocco o si fermano al confine delle proprietà private.
Quando verrete con noi vi accompagneremo in tutte le varianti possibili.

LE COSE DA VEDERE LUNGO IL CAMMINO DEL BARDOLINO – COSTERMANO SUL GARDA

AZIENDE AGRICOLE eccellenze del nostro territorio
Azienda Agricola Val
Azienda Agricola Garda Natura
Azienda Agricola Bondi
Azienda Agricola Maddalena Pellegrini

SITI A VALENZA RELIGIOSA:
Parrocchia di Santa Maria Maddalena
Casa Salesiana, Sacro Cuore
Parrocchia San Lorenzo Martire

SITI A VALENZA STORICA O AMBIENTALE
Villa Pellegrini Cipolla
San Verolo
Valle dei Molini
Cimitero Militare Tedesco
Pertica

Oltre a quanto descritto sopra si incontreranno lungo il percorso guidato:

RISTRUTTURAZIONI IMPORTANTI
Fontana Lavatoio di Pertica
Fontana Lavatoio di Pizzon
Fontana di Castion
Fontanella e Lavatoio di Gazzoli

LUOGHI DI CULTO STORICI
Santuario della Madonna del Soccorso

CAPITELLI VOTIVI
Numerosi durante tutto il Tour

VILLE STORICHE
Villa Torri Giuliari
Villa Becelli Rizzardi

PARCHI DI NUOVA REALIZZAZIONE
Parco dell’Amicizia dei Popoli
Parco dello Sport

Categorie
EBIKE E BENESSERE EVENTI TOUR ED ESCURSIONI

Frana Val dei Mulini

Come molti di voi già sapranno una frana di notevoli dimensioni si è abbattuta sulla nostra amata Val dei Mulini a fine 2020, costringendo i responsabili a chiudere la strada a tempo indeterminato. I lavori di messa in sicurezza saranno lunghi. Infatti il problema non è solo il fronte della attuale frana, ma riguarda anche le zone adiacenti che sono a forte rischio. Sassi e terra continuano a scendere. È pericolosissimo andare nella Valle per “vedere che cosa è successo”. Le 2 famiglie che vivono nella zona a rischio sono state sfollate. Ho parlato con un Responsabile del Comune di Costermano sul Garda che mi raccomanda di chiedere a tutti coloro che mi seguono di NON ANDARE IN VAL DEI MULINI per nessun motivo.
Questo il link della pagina Facebook istituzionale dove potete sempre trovare tutti gli aggiornamenti.

https://fb.watch/2PYnPIJisC/

I nostri Tour non subiranno alcuna variazione: a Garda possiamo sempre arrivare senza passare da strade principali e trafficate.
Forse tra 1 anno potremo tornare a godere della nostra Val dei Mulini, anche se nella sua parte finale avrà un po’ cambiato necessariamente fisionomia! È la natura che ci ricorda che noi non siamo i padroni del Nostro Pianeta ma solo alcuni dei suoi tanti abitanti!

Categorie
EBIKE E BENESSERE TOUR ED ESCURSIONI

Ti serve soccorso? Ecco come fare.

Lo sappiamo tutti noi che andiamo in mountain bike in montagna: dovremmo sempre essere almeno in due, qualunque cosa succeda uno dei due potrà chiedere aiuto.

Vero che oggi ci sono i cellulari, ma non sempre c’è campo.

A meno che non siamo in alta montagna o in zone particolarmente disabitate o impervie oggi i cellulari ci permettono molto.

Per esempio, anche se non abbiamo ricezione la posizione GPS la otteniamo comunque. Ma poi? Come possiamo comunicarla se non possiamo inviare nemmeno un messaggio o una email?

Se anche voi, come me, siete tra coloro che spesso se ne vanno in escursione da soli ecco qualche consiglio da applicare in diverse situazioni.

Come servirsi di WhatsApp

Supponiamo che durante i tuoi Tour in solitario tu frequenti zone coperte dalla rete. Ti dovesse sfortunatamente capitare qualcosa per cui non sei nella possibilità di chiedere aiuto avrai comunque la possibilità di sfruttare le funzionalità di WhatsApp.

Aprite la chat con la persona che può monitorare i vostri spostamenti e la vostra posizione.
Cliccate su “+” o sul simbolo per inviare allegati.
Clicca su “Posizione”
Poi clicca su “Posizione in tempo reale”
Poi clicca su “8 ore”. È il massimo. Se il vostro Tour dura di più dovrete ripetere la condivisione.
Poi clicca “invio”
Al vostro rientro interrompete la condivisione
Alla persona da te designata arriverà questo messaggio.

Fondamentale comunicare un orario sicuro del tuo rientro. Se a quell’ora non sarai ancora rientrato o non avrai chiamato qualcuno avrà la tua posizione per venire a cercarti.

Sfruttare la tecnologia GPS

Grazie alla rete satellitare GPS oggi esistono diversi strumenti in grado di rilevare e trasmettere la propria posizione e di tracciare un percorso. Questi strumenti, per essere operativi, hanno bisogno di usufruire di un “abbonamento”. Ne esistono di diversi tipi e qui di seguito ne riporto alcuni che servono di esempio.

Un apparecchio tra i più diffusi e più affidabili della serie “Garmin”.

Clicca sull’immagine per maggiori informazioni.

Spot Gen3, un altro apparecchio tra i più utilizzati.

Clicca sull’immagine per maggiori informazioni.

Questi due strumenti hanno bisogno di abbonamento, come già accennato. Cliccando sulle immagini si apriranno i relativi siti dove ci sono tutte le info. A voi approfondire le ricerche.

Sistema COSPAS – SARSAT

Clicca sull’immagine per aprire il sito

Ho conosciuto il sistema COSPAS SARSAT all’inizio degli anni ’90 quando ho installato un EPIRB sulla barca a vela con la quale ho fatto il giro del mondo. Era un apparecchio che pesava oltre 2 kg e occupava un sacco di spazio. Oggi si ottengono gli stessi risultati con apparecchi che si possono stringere in una mano.

Apparecchi creati per la Marina e per l’Areonautica in poco tempo hanno trovato applicazione anche in ambito civile, permettendo di salvare moltissime vite in mare e in montagna.

Il trasmettitore PLB “PORTABLE LOCATOR BEACON” più piccolo attualmente sul mercato. Pesa solo 116 grammi

I PLB hanno il vantaggio di funzionare solo per la salvaguardia della vita umana e non necessitano di abbonamento. Devono essere registrati, per l’Italia, presso la stazione dedicata di Bari.

Particolare attenzione deve essere fatta sulla trasmissione della posizione che è irreversibile. Una volta inviato il segnale partono i soccorsi senza altra conferma ed è assolutamente vietato e perseguito l’invio di una segnalazione di richiesta di soccorso inutile.

Per acquistarlo:
CLICCA QUI
CLICCA QUI per Amazon

Categorie
EBIKE E BENESSERE

eBike e salute

È stato scientificamente provato che l’uso della bicicletta fa bene alla salute. Vi racconto come “sono inciampata” nella e-bike, la bici a pedalata assistita.
Non sono giovane, ho 65 anni ma sono sempre stata una sportiva, a partire dallo sci, la moto da enduro, la bici, fino ad arrivare al grande amore della mia vita, la barca a vela. Erano 15 che anni non andavo in bici, e soprattutto che non andavo in Mountain Bike. Vivere qui a Castion senza una Mountain Bike è una vergogna. Nel frattempo la tecnologia è cambiata e la mia vecchia bici, bellissima, è da museo! Un giorno, dal mio Medico, esprimo l’intenzione di comperarmi una bici nuova e di ricominciare a pedalare. Il Medico mi informa che vivo in un luogo dove “o fai salite o fai discese”: alla mia età, con un po’ di chili di troppo, ricominciare con le salite non è consigliabile. Invece, secondo lui, era consigliabile una bici a pedalata assistita. In pochi giorni è entrata nella mia vita una splendida Moterra: “Mi raccomando, mi dice Giuliano, prendici un po’ di mano prima dei andare sugli sterrati!”. Lo tranquillizzo e la mia prima pedalata la faccio sulla Rocca di Garda, tutto ma non una strada tranquilla!!!
Poi il trasloco, sempre qui in zona, e dalla primavera 2019 ho ripreso a pedalare regolarmente. Ma se ero stata quasi maestro di sci, se sono Formatore della Federazione Italiana Vela, perché non crescere anche con la bici? E così incontro la Scuola Italiana Ebike e divento Tecnico di 1° livello: Accompagnatore. E siamo arrivati a oggi. Sono dimagrita di 10 kg, sono più agile, più resistente agli sforzi, non ho più dolori né mal di schiena, il mio metabolismo è ripartito e questa sera posso permettermi di andare a cena fuori di tanto in tanto e di mangiare senza preoccuparmi troppo. Tanto domani si pedala!!!

Veniamo al seguito: ora vorrei spiegarvi che quando ho deciso di continuare con questa attività, ma soprattutto di iniziare a farla conoscere l’ho fatto dopo essermi documentata e dopo aver adeguatamente approfondito l’argomento.

Studi Universitari e Ricerche in tutto il Mondo sostengono il beneficio della BICICLETTA sulla nostra salute. Ma perché in determinate situazioni la BICICLETTA A PEDALATA ASSISTITA funziona ancora meglio? Non possiamo generalizzare e parlare contemporaneamente di Attività Sportiva, Allenamento, Mountain Bike su impervi sentieri, Passeggiate e Piste Ciclabili. Lasciamo Attività Sportive e Allenamenti ai Tecnici occupiamoci semplicemente di Salute. Anche se ci occupassimo solo di SALUTE e se volessimo approfondire tutti gli argomenti, il post diventerebbe lunghissimo, tante sono le implicazioni. In parole povere: con la eBike possiamo fare esercizio fisico riducendo molto lo sforzo, l’affaticamento e la produzione di acido lattico. La nostra attività fisica, quindi, diventa consigliabile per tutti, certamente con l’approvazione del proprio medico se soffriamo di qualche patologia, anche leggera, a livello cardio-vascolare.

Abbiamo tutti sentito parlare di attività AEROBICA e attività ANAEROBICA. L’attività AEROBICA è un’attività fisica che richiede uno sforzo moderato per un periodo di tempo prolungato. Ne fanno parte tutti quegli esercizi che non procurano affanno, come la marcia, il nuoto, la pedalata… Ovviamente senza scatti e senza forzare. durante l’esercizio aerobico l’organismo trae energia dalle riserve di zuccheri soltanto inizialmente, per pochi minuti; poi per sostenere lo sforzo utilizza le riserve di grassi. L’esercizio aerobico mantiene il fisico in salute, tonifica i muscoli e rafforza il muscolo cardiaco e i muscoli della respirazione, portando a una migliore circolazione sanguigna e a una riduzione della pressione.

L’attività ANAEROBICA è caratterizzata invece da sforzi intensi ma di breve durata come scatti, corsa veloce, salti, pedalata in salita forzando, ossia attività durante le quali il fisico viene portato vicino al limite della propria forza o della velocità. Questo tipo di esercizio ha bisogno di momenti di riposo prima di essere ripetuto. Durante l’esercizio anaerobico l’organismo ha bisogno di una grande quantità di energia e di ossigeno nel brevissimo periodo ed è costretto ad attingere a tutte le riserve di zuccheri anche a quelle dei muscoli e del fegato. Nonostante questo, le energie si consumano rapidamente e l’organismo ha presto bisogno di riposo, mentre il lavoro intenso dei muscoli fa aumentare la concentrazione di acido lattico.

L’attività AEROBICA  è strettamente legata all’uso della bicicletta a pedalata assistita, in tutte le sue varianti. Cardiologi, ortopedici, endocrinologi affermano che la eBike tonifica i muscoli, agisce sull’efficienza dell’apparato cardiovascolare e osteoarticolare, migliora la capacità respiratoria e contribuisce a far perdere peso. 

La eBike è perfetta per chi desidera fare movimenti senza affaticarsi eccessivamente. Le persone che io amo definire i “nuovi giovani” o i “diversamente giovani” con la pedalata assistita riescono a fare moto in modo divertente senza stressare troppo l’organismo. Le donne in menopausa o che si stanno avvicinando a essa con esercizio giornaliero arrivano a ridurre il rischio di osteoporosi. La eBike viene sempre di più consigliata a chi debba fare riabilitazione dopo qualunque tipo di intervento alle ginocchia, aumentando il tono muscolare di coscia e polpaccio senza forzare le articolazioni. Per concludere al fine di restare in forma bisognerebbe fare almeno 10.000 passi al giorno: questi possiamo tranquillamente sostituirli con 60/90 minuti di pedalata assistita.

Sportiva e agonista da sempre, anche se “nuova giovane”, non avrei mai potuto abbandonare la mia vocazione di divulgare uno sport che amo, come ho fatto con lo sci e i bambini, come ho fatto con la vela con giovani e adulti. Ora credo sia il momento di divulgare questa nuova disciplina, per tutti!