Categorie
EBIKE E BENESSERE EVENTI TOUR ED ESCURSIONI

Magica Lessinia

Una meravigliosa passeggiata in ebike di circa 35 km, dei quali almeno 30 tutti su sterrato accessibile anche per i meno esperti. Il percorso si snoda lungo la Translessinia, tra i 1490 e i 1790 mt di quota. Il dislivello totale è di circa 540 mt mai di salite ripide o impegnative.
Insomma una giornata diversa e al fresco, seppur completamente al sole.


I Tour Magica Lessinia sono programmati nei seguenti giorni, sempre su prenotazione:
martedì 20 luglio 2021
martedì 27 luglio 2021
martedì 3 agosto 2021
martedì 24 agosto 2021
martedì 31 agosto 2021
martedì 7 settembre 2021
Ritrovo e partenza dal parcheggio di Passo Branchetto alle ore 10,30. Altri dettagli al momento della prenotazione.
Tariffa € 45 a persona, escluso ristori e pasti. Min 2 max 4 persone

La nostra prima sosta al Monte Tomba, dove troviamo 2 rifugi storici, il PRIMANEVE e il MONTE TOMBA.
Salendo per la stradina poche decine di metri, fin sulla vetta, troviamo i resti di quello che era lo skilift TOMBA NORD, dove noi tutti ragazzi adolescenti di Verona abbiamo sciato fino a primavera inoltrata.

Proseguendo ci fermeremo alla Malga PODESTARIA, da tempo immemorabile meta di tutti gli sciatori da fondo che frequentano la Lessinia.

Il Rifugio CASTELBERTO, è una fedele ricostruzione di un ex caserma della prima guerra mondiale; sorge in località Castelberto del comune di Erbezzo a 1765 metri slm; si tratta della punta terminale, verso nord, dell’altopiano dei Monti Lessini, parco naturale regionale, nel quale risulta inserito. Negli immediati dintorni sono ancora presenti resti di antiche trincee risalenti alla Grande Guerra.
Il panorama dal rifugio è stupendo: la vista spazia dalla Val d’Adige e la sottostante Val dei Ronchi, alle vicine cime del Pasubio e del Carega. Tutta la Lessinia è visibile, la Valpolicella e il lago di Garda verso Sirmione. A ovest, la tipica cornice del Monte Baldo, l’Altissimo, le cime meno vicine dell’Adamello, con il Carè Alto e la Presanella. Verso nord, inconfondibili le sagome delle dolomiti del Brenta, Bondone e Paganella.

Proseguendo nel tour verso San Giorgio lasciamo nuovamente Podestaria sulla nostra destra e poco avanti cominciamo ad ammirare il Gruppo del CAREGA in tutta la sua imponenza.

La vista su CASTEL GAIBANA ci avvisa che tra poco raggiungeremo SAN GIORGIO.

Da San Giorgio in meno di 3 chilometri si arriva a MALGA MALERA. Poi si torna a San Giorgio per la stessa strada e dopo un paio di chilometri di asfalto eccoci al punto di partenza.
Scorrendo verso il basso le altre immagini del Tour del 6 luglio.

Per info o prenotazioni cell. 338 6689771 o info@ebikebaldogarda.com

Per info o prenotazioni cell. 338 6689771 o info@ebikebaldogarda.com

Categorie
EVENTI TOUR ED ESCURSIONI

eBike, Dinner and Sound

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA
POSTI LIMITATI

Per prenotare chiamare il numero 338 66 89 771

VENERDÌ 16 LUGLIO 2021, ALLE ORE 17,45, IN COMPAGNIA E CON LE EBIKE ANDREMO DA COSTERMANO SUL GARDA A RIVOLI VERONESE DOVE CI ASPETTANO MICHELA, TITOLARE DE “DAL GILIO BOTTEGA & BISTROT” CON LA SUA CENA E IL MAESTRO ROBERTO MEROLA CON LA SUA MUSICA DAL VIVO.

PROGRAMMA
Partenza ore 18 da Costermano sul Garda
Percorso su ciclabili asfaltate e un po’ di sterrato accessibile a tutti, passando per Pesina, Ceredello, Cristane, Bezzo, Porton
Arrivo a Rivoli Veronese
Aperitivo e cena al tavolo con musica dal vivo.
Rientro con partenza da Rivoli intorno alle 21, tutto su ciclabili asfaltate, passando dal campo eolico di Affi, Affi centro, Albarè
Arrivo a Costermano sul Garda.

MENU
Tagliere di salumi per aperitivo
Riso alla Greca
Carpaccio di carne salà
1 lt. di acqua
1 bottiglia di Pignoletto Bianco Frizzante
Caffè

LA BICICLETTATA È APERTA A TUTTI.
Se non avete la vostra bici le ebike ve le diamo noi.
TARIFFE COMPRESA LA CENA E LA MUSICA:
Con bici o ebike propria € 35,00
Con noleggio bici € 55,00

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA
POSTI LIMITATI

Per prenotare chiamare il numero 338 66 89 771

Categorie
EBIKE E BENESSERE TOUR ED ESCURSIONI

CAMMINO DEL BARDOLINO

Era il 2017 quando per la prima volta ho avuto in mano il progetto del “CAMMINO DEL BARDOLINO”.

Finalmente 6 Comuni si sono accordati per creare un percorso, che si può fare a piedi o in bici, che valorizzi una delle attività della zona più famosa al mondo: la produzione del vino “BARDOLINO”. In questi anni sono stati posati i Totem con la carta della zona interessata, i QR code e le tabelle di indicazione della direzione da prendere.

Lo stop imposto a moltissime attività dalla pandemia di questo ultimo anno e le chiusure di provincie e regioni hanno rallentato la possibilità di fruire al 100% delle bellezze del nostro territorio.

Noi non ci siamo mai fermati: abbiamo continuato a percorrere sentieri a stradine per potervi accompagnare in massima sicurezza con le nostre ebike alla scoperta della zona.

Sono le nostre zone, che frequentiamo da sempre e che amiamo, rispettiamo e cerchiamo di promuovere.

Alla pagina del sito dei PERCORSI PER TUTTI (clicca qui) trovate i nostri percorsi standard che già da soli coprono gran parte del Cammino del Bardolino e che abbiamo ampiamente collaudato

In particolare oggi vorrei attirare la vostra attenzione sul percorso relativo a Costermano sul Garda.

La traccia originale gpx, peraltro incompleta e comprensiva di tutti i 5 Comuni interessati al progetto, è stata completata e modificata al fine da essere fruibile per le Mountain Bike e nel contempo offrire percorsi con qualche leggera difficoltà così da diventare anche divertente per gli appassionati. Chiaramente sono previste varianti, non riportate nella grafica, che rendono il percorso adatto a tutti.
Sempre non comprese nella grafica, durante il Tour, sono previste altre varianti che vi accompagneranno fino all’estremo nord del Territorio compreso nel Comune di Costermano sul Garda.

In alcuni tratti, solo un paio in verità, si sfora di qualche centinaio di metri dal Territorio di Costermano sul Garda esclusivamente perché alcune stradine sono senza sbocco o si fermano al confine delle proprietà private.
Quando verrete con noi vi accompagneremo in tutte le varianti possibili.

LE COSE DA VEDERE LUNGO IL CAMMINO DEL BARDOLINO – COSTERMANO SUL GARDA

AZIENDE AGRICOLE eccellenze del nostro territorio
Azienda Agricola Val
Azienda Agricola Garda Natura
Azienda Agricola Bondi
Azienda Agricola Maddalena Pellegrini

SITI A VALENZA RELIGIOSA:
Parrocchia di Santa Maria Maddalena
Casa Salesiana, Sacro Cuore
Parrocchia San Lorenzo Martire

SITI A VALENZA STORICA O AMBIENTALE
Villa Pellegrini Cipolla
San Verolo
Valle dei Molini
Cimitero Militare Tedesco
Pertica

Oltre a quanto descritto sopra si incontreranno lungo il percorso guidato:

RISTRUTTURAZIONI IMPORTANTI
Fontana Lavatoio di Pertica
Fontana Lavatoio di Pizzon
Fontana di Castion
Fontanella e Lavatoio di Gazzoli

LUOGHI DI CULTO STORICI
Santuario della Madonna del Soccorso

CAPITELLI VOTIVI
Numerosi durante tutto il Tour

VILLE STORICHE
Villa Torri Giuliari
Villa Becelli Rizzardi

PARCHI DI NUOVA REALIZZAZIONE
Parco dell’Amicizia dei Popoli
Parco dello Sport

Categorie
EBIKE E BENESSERE EVENTI TOUR ED ESCURSIONI

Frana Val dei Mulini

Come molti di voi già sapranno una frana di notevoli dimensioni si è abbattuta sulla nostra amata Val dei Mulini a fine 2020, costringendo i responsabili a chiudere la strada a tempo indeterminato. I lavori di messa in sicurezza saranno lunghi. Infatti il problema non è solo il fronte della attuale frana, ma riguarda anche le zone adiacenti che sono a forte rischio. Sassi e terra continuano a scendere. È pericolosissimo andare nella Valle per “vedere che cosa è successo”. Le 2 famiglie che vivono nella zona a rischio sono state sfollate. Ho parlato con un Responsabile del Comune di Costermano sul Garda che mi raccomanda di chiedere a tutti coloro che mi seguono di NON ANDARE IN VAL DEI MULINI per nessun motivo.
Questo il link della pagina Facebook istituzionale dove potete sempre trovare tutti gli aggiornamenti.

https://fb.watch/2PYnPIJisC/

I nostri Tour non subiranno alcuna variazione: a Garda possiamo sempre arrivare senza passare da strade principali e trafficate.
Forse tra 1 anno potremo tornare a godere della nostra Val dei Mulini, anche se nella sua parte finale avrà un po’ cambiato necessariamente fisionomia! È la natura che ci ricorda che noi non siamo i padroni del Nostro Pianeta ma solo alcuni dei suoi tanti abitanti!

Categorie
EVENTI TOUR ED ESCURSIONI

Ottobre Lungo l’Alto Lago di Garda

Tutti i giorni ESCLUSO IL MERCOLEDÌ – Minimo 2 persone

Sta per arrivare OTTOBRE. Il più bel mese per godere del Lungolago di Garda, a bordo spiaggia, senza l’affollamento dei bagnanti. Si, ne incontreremo qualcuno, irriducibile, che non riesce a rinunciare all’ultimo bagno nelle limpide acque del Lago di Garda.

Sono circa 40 km, andata e ritorno, da Pai fino a Navene, tutta in ciclabile cementata o asfaltata. Facilissima e adatta a tutti, anche a chi non sia mai andato con la mountain-bike.

CLICCA QUI per visualizzare il video del TOUR dell’8 maggio 2020, subito dopo il lock down, per ammirare un Garda come non vedremo mai più… e lo speriamo tutti.

CLICCA QUI per visualizzare lo Slide Show del Tour completo di tutta la Ciclabile del 10 settembre 2020

Partiremo alle ore 10,30, nei pressi dell’inizio della pista ciclabile per poi toccare tutte le frazioni di Brenzone del Garda e di Malcesine


CASTELLETTO DI BRENZONE
dopo una deviazione dalla ciclabile per una breve visita alla parte alta e più antica di Castelletto,

ci fermeremo per una degustazione di VINO E AOLE DE LAGO al Ristorante “da Umberto”, uno tra i più rinomati locali del Garda, gestito da Luca Modena, amico di vecchia data e grande velista.

CLICCA SULLA FOTO PER VISITARE IL SITO DEL RISTORANTE “DA UMBERTO”

BRENZONE DEL GARDA
rimarrete stupiti dal fascino antico di questo Borgo

PORTO DI BRENZONE
caratteristico porto di pescatori, amato e frequentato anche da qualche velista in crociera al Lago

ASSENZA
zona tra le zone più rinomate per la vela e il kite-surf.

CASSONE
antico Borgo conosciuto soprattutto per il suo fiume “ARIL”, chiamato anche “RI”. Con i suoi 175 mt di lunghezza è il fiume più corto che ci sia in Italia e tra i più corti al mondo

VAL DI SOGNO
incantevole Golfo prima di Malcesine.

MALCESINE
la PERLA DEL GARDA. Visiteremo la parte vecchia di Malcesine con le nostre ebike e potremo fermarci per uno spuntino ammirando il blu del lago

NAVENE
frazione di Malcesine che confina con il Trentino. A Navene vedremo il moderno Marina della Fraglia Vela di Malcesine.

A Navene faremo “inversione a U” per rientrare e godere di panorami meravigliosi.

Il rientro è previsto intorno alle ore 16/16,30.
la quota di partecipazione è € 50,00 a persona, compresa la degustazione di Vino e Aole de Lago al Ristorante “da Umberto”, con un minimo di 2 persone e un massimo di 4.

Categorie
TOUR ED ESCURSIONI

Costermano sul Garda, Cavaion, Rivoli V.se e dintorni

Da un meteo e una situazione che, a vista, non prometteva nulla di buono è uscita una bellissima mattinata.
Stamattina Marco e io abbiamo accompagnato una bellissima famiglia in un Tour alternativo. Il programma era il Giro dei Lavatoi, ma sopra Caprino Veronese diluviava alla grande.
A ovest schiariva quindi direzione sud-ovest per sfuggire ai temporali e alla pioggia.

Scartata la discesa della Val dei Mulini (fondo bagnato e scivoloso) ecco il percorso:

Virle – San Verolo – Pesina – vigneti – Costermano – Murlongo – Albarè – Pertica – Eremo di San Fermo e Rustico – Incaffi – Cavaion Veronese – Val del Tasso – Ragano – Gaium – Ciclabile di Rivoli V.se – Forte Wohlgemuth – Cristane – Ceredello – vigneti – Gazzoli – Albarè – Murlongo – Costermano – Val dei Mulini – Golf – Virle

42 km percorsi con una velocità media di 18 km/h: un record!

Grazie a questa bella e sportivissima famiglia e complimenti soprattutto a Marco, un ragazzino di 11 anni che ha gestito una eBike da adulto in maniera ineccepibile!

Marco e Giovanna nel rigoroso rispetto delle norme antiCovid-19
Categorie
TOUR ED ESCURSIONI

2 giornate di magico Monte Baldo

Ieri con Evelinda e oggi con Roberto in giro per malghe e rifugi: MALGA TRAURE (comperato fantastica ricotta); MALGA PRALONGO (aperitivo); RIFUGIO FORTE NAOLE (a pranzo). Tutto davvero fantastico e in ottima compagnia. Ormai sto diventando uno stambecco del Baldo! Non vogliatemene: trascuro il Lago ma sapete ormai tutti che da ottobre in poi sarò sempre giù!

Godetevi un po’ di foto.

Categorie
TOUR ED ESCURSIONI

Meraviglioso Monte Baldo

30 luglio 2020.
Altra giornatina calda che non ferma Massimo e me dalla nostra pedalata quotidiana.

Obiettivo: andare in quota e poi scorrazzare sulle creste del Monte Baldo: con 2 batterie i limiti erano imposti dal nostro fisico e non dalle bici!
Poco prima di Prada Bassa Max si ferma e mi comunica, con sguardo indefinibile, di aver lasciato la chiave della batteria a casa. Capita a tutti, quindi ora il limite è imposto dalla batteria.

Sosta caffè da Chiara a Malga Traure: unica pecca la terribile afa che avvolge il Lago di Garda in una fastidiosa foschia!

Poi su verso le Due Pozze (in realtà ce n’è una sola, ma un tempo erano 2!) e da qui verso Malga Pralongo su un percorso che non facevo da tantissimi anni e che ricordavo bellissimo ma un pochetto impegnativo.

Ci concediamo una sosta per un bel tagliere di formaggi e salumi locali: eccezionale! Ci sarebbe stata anche una bella birretta alla quale abbiamo rinunciato per il caldo e la strada che dovevamo ancora fare.

Per il ritorno abbiamo scelto la strada forestale: la prima parte è una stradina erbosa che corre in mezzo a un prato meraviglioso e la si percorre veloci con la massima facilità. Uno spettacolo! La ricordavo bellissima!

All’ingresso del bosco portiamo la bici a mano per evitare un “lago di fango ed escrementi di vacche”. Poi per un tratto la strada è scorrevolissima e piacevole e poi a poco a poco diventa sempre più ripida e sconnessa con pietraie, liscioni e ghiaia di sassi grossi portata dalla pioggia dei recenti temporali. Il tratto lungo il torrente è davvero molto impegnativo e siccome non so com’è dietro la curva mi fermo e faccio una ventina di metri a piedi… Non sono più così giovane e se mi rompo mi aggiusto difficilmente.

La strada termina a Prada Alta, nei pressi del parcheggio del vecchio impianto di risalita.
Qui scopriamo che ci sono già tutte le parti e i piloni per montare la nuova (usata) seggiovia. Quando sarà nuovamente in funzione l’impianto il Monte Baldo avrà nuova vita!

Queste giornate immersi nella natura non deludono mai!
Alla prossima!

Categorie
TOUR ED ESCURSIONI

Ponte del Diavolo

Sono le 14,30 del 29 luglio 2020 e fa veramente caldo!
Ma tanto!
Questo non mi fa rinunciare al mio giro in bici e parto per San Zeno di Montagna dove voglio incontrare la mia amica Evelinda (con la quale negli anni abbiamo condiviso vela, sci, bici e una grande amicizia).

Evelinda lavora a San Zeno di Montagna e la incontro di fronte alla chiesa.
L’ho convinta finalmente a provare una ebike full suspended e decido di accompagnarla in un percorso facile ma con alcuni passaggi nei quali potrà rendersi conto della differenza tra una ebike front “turistica” e una full con copertoni larghi. Sono certa che apprezzerà e si troverà molto meglio.

La prima sosta la facciamo a Contrada Laguna, posto bellissimo, quasi completamente ristrutturato mantenendo intatto l’aspetto “antico”. Riempiamo le borracce di acqua fresca e io ficco la testa sotto l’acqua, casco compreso.

Da qui prendiamo la deviazione per il Ponte del Diavolo: “Perché si chiama così?” mi chiede Evelinda… francamente non lo so, ma ecco cosa ho imparato in una ricerca.

Il nome PONTE DEL DIAVOLO è utilizzato in diversi Paesi; certe strutture erano talmente complesse per l’epoca, che la loro realizzazione, si pensava, fosse stata possibile solamente per mezzo di un artificio del diavolo, dando così adito a numerose storie. Altri ritengono che la conoscenza per costruire questo tipo di ponte, sia dovuta ad un dono da parte del Diavolo, per via di un patto tra esso e la popolazione locale, in cambio delle loro anime. La maggior parte di questi manufatti hanno una struttura ad arco e sono costruiti in pietra o muratura e segnano un traguardo importante nell’architettura antica. Per via dell’aspetto estetico, per l’epoca stravagante e strambo, i diversi “Ponte del Diavolo” erano oggetto di molte leggende e credenze che variano da luogo a luogo.

Superato il Ponte del Diavolo pedaliamo ancora un po’ in salita fino alla fine dell’asfalto.

Imbocchiamo una strada bianca privata in mezzo al bosco in una gradevolissima frescura. Davvero dietro l’angolo abbiamo posti stupendi dei quali ci accorgiamo troppo raramente.
La strada finisce in un bosco e dobbiamo tornare esattamente sui nostri passi.

Al ritorno breve sosta davanti al cancello di Tenuta Cervi, meraviglioso e incontaminato angolo di paradiso.

Visto che Evelinda con la bici se la sta cavando davvero bene imbocco una variante in salita e sconnessa: peccato che il tronco ci abbia fermato! Sarà per la prossima volta che sento molto molto vicina. Sono davvero felice che la mia amica apprezzi questo mio nuovo mondo! In realtà quando mai non sono riuscita a coinvolgerla nelle mie follie?

Categorie
TOUR ED ESCURSIONI

MALGA IME e RIFUGIO FORTE NAOLE

Dopo lunghi ed estenuanti tentativi finalmente ho convinto Marco a fare qualche foto durante i suoi Tour e a raccontare l’esperienza per voi! Grazie Marco! Ottimo lavoro! Ecco il suo racconto.

Silvia, ha voluto fare un regalo originalissimo al suo Zeno, per il suo 36mo compleanno: Un tour impegnativo in e-bike.

Zeno è un infermiere che ci ha conosciuto attraverso la nostra promozione rivolta al personale sanitario della regione Veneto come rigenerante intrattenimento post Covid-19.

Basta parlare con Giovanna… Detto, fatto.

Delega Marco a studiare un percorso adatto a far passare al festeggiato 4-5 ore di immersione nella natura. La scelta cade, manco a dirlo, sul nostro amatissimo monte Baldo.

Costermano, Pesina, Boi, Vilmezzano, Braga, Malga Ime, Malga Valfredda, Malga Colonei, Le Pozze, Rifugio Forte Naole, Prada, San Zeno di Montagna, Castion Costermano.

Partenza un po’ prima delle 9:00 dopo il rituale controllo delle gomme e altezza sella, un po’ di riscaldamento lungo la ciclabile di Costermano-Caprino, una prima foratura alla ruota posteriore, cambio camera d’aria, e poi di buona lena verso Malga Ime per assaggiare il fresco dei suoi 1128 metri di altitudine, piacevole ristoro in una caldissima giornata di Luglio.

Qui il Baldo comincia a donare i suoi magnifici panorami, anche se, per l’arsura, non c’è tutta la limpidezza che in certi giorni toglie il respiro per vastità e bellezza.

Continuando in serena fatica arriviamo al rifugio Forte Naole (1675 m) soddisfatti e contenti (batterie quasi a zero) ci concediamo un piatto di tagliatelle al sugo preparate al momento e poi giù verso Prada e San Zeno di Montagna in veloce sicurezza. Altra foratura, questa volta alla ruota anteriore di Zeno, riparazione con bomboletta, per arrivare alla Casa degli Spiriti con il sinuoso e divertente sterrato che porta vicino alla frazione di Castion. Di lì il Centro Sportivo Consolini, nostro punto di ritrovo è ad un tiro di fucile. Ci salutiamo felici della piccola impresa.